Post

Apre il primo dispensario per Medical Cannabis a New York

Anche New York si unisce al novero degli stati in cui è possibile curarsi con la Cannabis, dal 7 gennaio infatti ha preso il via il programma per la Medical Cannabis che mette in esecuzione il compassionate care act firmato 18 mesi fa dal governatore Andrew Cuomo.

Da giovedì scorso, dunque, i pazienti affetti da cancro, HIV/AIDS, morbo di Lou Gehrig, morbo di Parkinson, sclerosi multipla, spasticità da lesioni spinali, epilessia, neuropatie, sindrome da colon irritabile e morbo di Huntington (queste le patologie previste nella legislazione) e residenti nello stato della Grande Mela, potranno recarsi nelle farmacie/dispensary per acquistare, dietro ricetta e previa visita, la Cannabis, commercializzata in pillole, vaporizzata o in forma liquida.

Il primo di questi dispensary ha già aperto a Manhattan, nella midtown. Si tratta del punto vendita di Columbia Care, un’azienda specializzata nella produzione e vendità di Cannabis terapeutica che, grazie anche alla collaborazione iniziata con il Mt. Sinai Hospital sempre di New York, punta –attraverso l’analisi dei dati clinici dei pazienti– a perfezionare l’abbinamento tra patologia e varietà di cannabis.

Non solo, anche l’aspetto psicologico del rapporto con il paziente viene curato: “Le persone – ha spiegato Nicholas Vita, cofondatore di Columbia Care – saranno messe in condizioni dicapire che questo posto è come casa loro. Non avranno nulla davergognarsi, anzi dovranno sentirsi orgogliosi di far parte diuna opportunità pionieristica che cambierà il modo di comefunzionano le cure mediche”.

Una delle aree più promettenti per la ricerca nel campo della Medical Cannabis è la sostituzione dei farmaci oppioidi per la terapia del dolore come OxyContin e Percocet, secondo Vita: “il 68% dei nostri pazienti con neuropatie dovute all’AIDS dichiarano che la Cannabis ha consentito loro di interrompere le cure analgesiche con oppioidi i quali possono causare dipendenza, causare gravi effetti collaterali e –nei casi più gravi- causano centinaia di morti per overdose ogni anno. Ricerche della Rand Corporation hanno evidenziato un calo delle dipendenze e delle overdose da oppioidi negli stati in cui la Cannabis terapeutica è in commercio.

Fonti:

Forbes.com

CNBC.com

Condividi sui tuoi social
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.