Post

AUSTRALIA - Cannabis terapeutica. E´ legge nello Stato di Victoria

Il Parlamento dello Stato di Victoria, nel sudest del Paese, ha legalizzato oggi l'uso terapeutico della cannabis, diventando cosi' il primo Stato dell'Australia ad adottare questa normativa. La ministra della Salute dello stato, Jill Hennessy, ha fatto sapere che i bambini con epilessia grave saranno i primi ad accedere legalmente a questo tipo di assistenza a partire dal 2017.
“Inizieremo con i bambini con forme gravi di epilessia, la cui vita e' stato dimostrato che migliora in modo significativo grazie al trattamento con la cannabis, perche' spesso non raggiungono l'eta' adulta”. “Credo che oggi, e a questa eta', sia ingiusto e inaccettabile chiedere ad un genitore che decida tra l'osservazione della legge (che proibisce la cannabis) o mettere in pratica trattamenti che siano migliori per l'interesse dei propri figli”.
L'accesso a questi farmaci -usati sotto varie forme come tinture, olii, pillole o vaporizzazione- sara' in modo graduale e sara' anche reso disponibile per cure palliative sui malati di Hiv -fa sapere la tv ABC.
Le autorita' di Victoria cominceranno con esperimenti di coltivazione a piccola scala di cannabis, sotto stretta sorveglianza, e creeranno un ufficio di cannabis medica per supervisionare la produzione dei farmaci, educare i medici e pazienti sulle sue funzioni e sui requisiti per ricevere i trattamenti. Nel contempo, un'autorita' indipendente dara' consigli sull'introduzione della cannabis terapeutica, che e' gia' legale in un ventina di Stati in Usa.
Il provvedimento adottato nello Stato di Victoria viene dopo la decisione del Parlamento australiano di approvare a febbraio scorso la coltivazione di cannabis a fini medici e scientifici.
Altri Stati del Paese potrebbero seguire le decisioni di Victoria.
Diverse ricerche, tra cui quella pubblicata l'anno scorso dal Journal of the American Medical Association, fanno sapere che la marijuana ha effetti positivi durante il trattamento del dolore cronico. Comunque, ci sono polemiche a livello mondiale che esprimono dubbi sugli effetti secondari e sulla sua efficacia.

Fonte

Fonte immagine

Condividi sui tuoi social
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.