Post

Cannabis terapeutica: rafforzate del 50% le importazioni dall’Olanda

Il Ministero della salute ha annunciato un considerevole aumento delle importazioni di cannabis per uso terapeutico dall'Olanda, principale produttore europeo di questo prodotto. In una lettera inviata al ministro della salute olandese, Hugo De Jonge, la ministra della salute italiana Giulia Grillo chiede infatti l’invio di ulteriori 250 kg del prodotto, in aggiunta ai 450 kg già concordati sia per il 2018 che per il 2019. Si parla di un incremento superiore al 50%.

“Il quantitativo totale del medicinale importato dall’Olanda sarà dunque di 700 kg per entrambi gli anni, in aggiunta alla produzione nostrana, in crescita, dell’Istituto Chimico Farmaceutico militare di Firenze e all’importazione dalla Germania”, comunica la Grillo, che definisce questa operazione come una prima risposta ai pazienti.

L’obiettivo è infatti quello di garantire una continuità di cura per i numerosi pazienti che traggono beneficio dall'assunzione di questa sostanza, ma che sono costretti ad aspettare troppo tempo per avere i medicinali.

In Italia la richiesta di cannabis a uso medico è in costante aumento, ma le associazioni di pazienti segnalano da tempo ritardi, disservizi e una diffusa mancanza di scorte in farmacia. In questo senso Medical Cannabis, insieme ad altre associazioni presenti sul territorio nazionale, ha più volte ribadito i problemi legati all’approvvigionamento dei prodotti e quanto essi siano causa di lunghe ed estenuanti attese per chi soffre.

“Cerchiamo di dare una rapida e concreta risposta alle richieste pressanti e legittime dei pazienti e dei loro familiari - continua la Grillo - e questo è solo il primo passo di un percorso di attenzione che conto di rafforzare sempre di più nel tempo. Una somministrazione a singhiozzo e discontinua di cannabis, come di qualsiasi altro medicinale, mette a rischio i pazienti perché non garantisce i benefici che si ottengono solo grazie alla continuità terapeutica”.

“Nel nostro Paese la cannabis terapeutica può essere prescritta solo dal medico ed è utilizzata principalmente nella terapia del dolore per gravi patologie quali la sclerosi multipla e le lesioni midollari, ma anche nella cura dei tumori per alleviare i sintomi causati dalla chemio e radioterapia. “Anche per questo - conclude il ministro - è inaccettabile che la sua distribuzione non sia garantita in modo uniforme e capillare in tutto il Paese”.

Ci si augura che questo passo sia davvero il crocevia di un percorso più ampio. Un percorso di coordinamento e collaborazione tra istituzioni, attori privati, associazioni, ricercatori, addetti ai lavori e personale del sistema sanitario affinché, mantenendo sempre il focus sui pazienti e sui loro bisogni, si affrontino le problematiche attuali in modo strategico.

L’obiettivo è garantire prima di tutto la continuità di cura e risolvere il problema di approvvigionamento, e parallelamente stimolare la ricerca scientifica, garantire elevati standard qualitativi, fare attività di sensibilizzazione per informare di più e meglio, e anche per superare pregiudizi (purtroppo ancora presenti) a livello sociale e politico.

Condividi sui tuoi social
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.